Lavare i capelli con le erbe indiane: erbette lavanti Aritha e Shikakai

Ed eccomi qui finalmente, col  post dedicato alle erbette lavanti.
Ovviamente vi rimando anche al post dedicato alla Scelta dello shampoo migliore, dove ho parlato appunto delle erbette, e dove potrete trovare una valida alternativa alle erbette stesse se non vi piacciono.

Vi voglio parlare delle erbette proprio perchè ho trovato giovamento, e oltretutto per chi, come me, è scettico all’inizio, poi cambierà di certo idea.

Ciò che deve cambiare è proprio l’idea di “shampoo”, non dovete immaginarlo come un qualcosa che una volta messo sulla vostra testa profumerà e farà schiuma, ma come qualcosa che, semplicemente, renda puliti i vostri capelli, in questo caso approfitterete anche dei benefici che le erbette indiane regalano.

Iniziamo con la “teoria” veloce, esistono le erbe lavanti, e le erbe condizionanti, ovviamente, io, non conoscendole tutte, non potrò indicarvi tutti i nomi, quindi ciò che vi dico è sulla base del mio sapere 🙂
Le erbe lavanti, come dice la parole sono quelle che hanno il potere di pulire i capelli, mentre le condizionanti hanno delle proprietà particolari (seboregolatrice, anticaduta, fortificante…eccecc) e aiutano anche a districare i capelli. C’è chi preferisce utilizzare anche il balsamo insieme alle erbe (mi raccomando balsamo senza siliconi come lo Splend’or – recensione QUI)


Le erbe lavanti sono:
Shikakai, (acacia concinna) pianta ricca di saponine, indicata in caso di forfora, rinforza i bulbi e ha anche un leggero potere condizionante, attenzione, se usata troppo spesso rischia di scurire i capelli. (Consigli su come schiarire i capelli naturalmente QUI)
Aritha o reetha, (sapindus trifoliatus) pianta ricca di saponine, viene usata come shampoo naturale;

Le erbe condizionanti sono:
Amla: (emblica officinalis) provuove la crescita dei capelli e ne impedisce la caduta, rinforza le radici, rende i capelli scuri e lucidi;
Neem: seboregolatore, anitforfora;
Brahmi: (herpestits monniera) rende i capelli scuri e lucidi, rinforza le radici, antiforfora;
Maka: promuove la crescita dei capelli, rimuove la patina dal cuoio capelluto (forfora grassa);
Kapoor kachli: stimola le radici e promuove la crescita dei capelli, rende i capelli più corposi e lucidi, profuma i capelli.

Modo d’uso:

In rete si trova come consiglio di utilizzo di 3 parti di erbe condizionanti e 1 parte di erbe lavanti.
Preparate dell’acqua calda, o un infuso come di camomilla, o thè o anche karkadè, insomma ciò che vi piace di più per i vostri capelli, e mescolate cercando di non creare grumi, fino ad ottenere una pappetta cremosa e densa, che non cada dai capelli e che non sia troppo difficile da mettere, lasciate riposare il composto per almeno 5 minuti.

Una volta creata la pappetta ci sono 2 scuole di pensiero, c’è chi bagna prima i capelli e poi la applica, o chi la applica da capelli asciutti… io vado a “sentimento”, insomma ciò che mi sento di fare quello faccio.

Basta tenerle su anche solo 10 minuti, e vedrete che i vostri capelli saranno puliti, ovviamente vi consiglio di tenerlo anche un po’ in più (almeno mezz’oretta) se  i capelli sono più sporchi del solito, o se volete fare una cura ai vostri capelli, di certo male non fa ed è considerabile come un vero e proprio impacco per capelli.

Per il risciacquo le prime volte troverete un po’ di difficoltà, se non volete sprecare troppa acqua, vi consiglio di mettere dell’acqua in una bacinella, e immergervi per 2 minuti con la testa dentro… piano piano tutti i residui di queste erbette andranno via.

Ovviamente dopo questo impacco non c’è bisogno di usare shampoo o balsamo, avete già concluso la vostra routine di lavaggio, vi basta solo asciugare i capelli.

Consiglio: purtroppo devo ammettervi che l’odore non a tutti piace, e vi garantisco che spesso i fidanzati  non gradiranno mai, io però adoro l’odore delle erbe indiane, l’odore di kapoor dà una profumazione dolciastra ai capelli, però il “retrogusto” erbaceo si sente lo stesso per uno o 2 giorni. Se fosse per me userei solo le erbette per il lavaggio dei capelli 🙂

In generale non posso altro che consigliarvelo, se non volete usarlo sempre potete anche alternarlo e farlo una volta al mese, se il vostro dubbio è su come lavare i capelli, QUI troverete il post in cui parlo di come scegliere lo shampoo migliore.

Dove comprarle?
Nota dolente, purtroppo al supermercato di certo non si trovano, ma se siete fortunate, e abitate in una grande città, forse le troverete nei negozi indiani, oppure trovate lo shikakai da Aromazone, oppure vi straconsiglio Spice of india, che oltre a essere un sito online che vende cibo indiano, vende anche prodotti per la cura della pelle, oli, e queste favolose erbette (attenti alle spese di spedizione e al cambio valuta).

Per tutte le informazioni, dubbio, curiosità e domande non esitare a contattarmi con un commento o alla pagina facebook Calliope Make up

Spero di essere stata utile, un bacione da Calliope.

Mi auguro tornerai a trovarmi presto

Per rimanere sempre aggiornati seguimi su facebook (clicca su “Mi piace”)