Nutrizionista aiutami tu!

Ebbene, non avrei voluto ammetterlo, ma si, sono andata da un nutrizionista. Mi serve lo stimolo, mi serve qualcosa per dire che LO DEVO FARE.

Nella visita col nutrizionista era inclusa l’impedenziometria, la valutazione antropometrica e la plicometria, insomma, detto in soldoni, il dottore semplicemente vedeva qual è la mia massa grassa, la mia massa magra (diciamo i muscoli), e il mio metabolismo basale (cioè le calorie che mi servono al giorno per le funzioni vitali).

Prima di ciò però ha iniziato a chiedere varie cose, se ero allergica, cos’ero solita mangiare, perchè penso di ingrassare, ecc ecc… e come sapete ingrasso perchè mangio e perchè sono pigra (di certo non esiste persona che ingrassa senza mangiare, nel caso esista sono malattie).

Quindi dopo questa bella chiacchierata, il dottore inizia a spiegarmi cosa fa bene e cosa si dovrebbe fare per dimagrire, e come dicevo nel vecchio post, lo sappiamo già!!!!

Ne sono uscita un po’ delusa, devo ammetterlo, il dottore mi ha dato una dieta multi-giorno, che cioè non è definita giorno per giorno, ma io stessa posso scegliere tra le varie pietanze. La dieta risulta poco chiara, non ci sono le ricette per ciò che dovrei mangiare, nè tanto meno le calorie per ogni tipo di pasto, anzi appare abbastanza disordinata, e questa cosa mi ha infastidito non poco, che sto sempre a fare domande tramite email al dottore (che però risponde sempre).

Una volta chiariti tutti i dubbi mi sto riscrivendo io la dieta, con scritto anche le calorie, insomma per rendermi conto realmente di ciò che mangio.

Il problema è che io adoro mangiare, ma non per sentirmi sazia o che altro, ma perchè mi rilassa e sto bene (cose che ho ripetuto una miriade di volte), quindi se un cibo non mi soddisfa finisco per non mangiarlo, e taglio parecchie cose fino a che a fine giornata mi rendo conto di non aver mangiato nulla, e di certo non va bene.

Quindi mi sto creando dei menù più interessanti, in cui la semplice pasta al pomodoro, preferisco aggiungerci delle carote, dei piselli, o anche zucchine o melanzane, insomma qualcosa per renderla più sfiziosa, anche perchè ci vuole vita in cucina.

Da lunedì comincerò questa dieta, so che in realtà il dottore non mi è servito a tanto, mi servirà l’input per poter proseguire da sola.

Le regole della mia dieta sono di un cucchiaino di olio al giorno per il condimento della pasta, la colazione la mattina con del latte e la crusca (così che riesco ad andare in bagno), a pranzo un panino o della pasta e il tutto (se ho fatto bene i calcoli) non dovrebbe superare le 1300 calorie, il dottore mi ha inserito anche il secondo dopo la pasta, ma non sono solita mangiarlo, quindi lo evito e mangio 60gr di pasta, e un frutto a pranzo.

Per la cena sempre un panino con la carne, o del pesce, ovviamente la carne preferisco cucinarla direttamente con i contorni, come le melanzane, piselli, carote ecc ecc, giusto per dar vita ai cibi, che se no risulterebbero monotoni.

La dieta appare facile, il dottore dice che 5 chili nel primo mese si perdono facilmente, io però vorrei perderne almeno 7, perchè so che i mesi successivi, a parte la difficoltà di perdere peso dovuto al fisico che si abitua a mangiare meno, ma il problema è proprio la stanchezza, non ce la si fa a lungo….ma speriamo bene.

Il nutrizionista dice che devo perdere 15 chili per diventare normopeso, io preferirei 20, ma iniziamo a perdere questi 10 chili, che ne necessito assolutamente.

Da lunedì (21 gennario) DIETAAAAAA

Per rimanere sempre aggiornati seguimi su facebook (clicca su “Mi piace”)