Tutto sull’hennè: Come applicare l’hennè (da soli) e come toglierlo

Per tutte le info sull’hennè clicca QUI

Applicare l’hennè è il dilemma di tutte coloro che s’approcciano per la prima volta a questo tipo di tintura. In

basso troverete il video di come io applico l’hennè da sola.

Io comunque suggerisco sempre, per chi è alle prime volte, di farsi aiutare da qualcuno.

A seconda del modo di applicazione dovrà variare anche un po’ la consistenza della pappettina all’hennè.

 

Precauzioni prima dell’uso
E’ importante mettere una crema o dell’olio vicino l’attaccatura dei capelli, sulla fronte e sul collo, ed anche dietro le orecchie e sulle orecchie, l’olio farà in modo che l’hennè, nel caso in cui vada su queste zone oliate, non colori la pelle e non rimarrà l’alone arancione.

Occorrente
-Un paio di guanti che siano quanto più aderenti alle vostre mani, o alle mani di chi vi fa la tintura. Inoltre l’hennè potrebbe ugualmente tingere le mani quando si risciaqua a fine posa, in questo caso se avete buttato i guanti, o non me la sentite di metterne altri, vi consiglio sempre di mettere dello smalto sulle unghie. Le unghie sono fatte di cheratina come i capelli, a differenza della pelle, se l’hennè macchia le unghie, queste resteranno macchiate fino a quando non saranno ricresciute, quindi ben attente.
-Fogli di giornale nel caso vogliate proteggere l’ambiente in cui vi trovate. L’hennè non macchia i pezzi del bagno in ceramica, ma se avete le mattonelle potrebbe macchiare le fughe o se avete qualche tappeto potrebbe essere macchiato, ricordate che generalmente le macchie di hennè sui tessuti si lavano tranquillamente.
-Asciugamani vecchie o che non si usano più, che se qualcun altro ve lo applica, poi metterete questa asciugamano vecchia sulle spalle.
-Pellicola da cucina, che ci sarà utile una volta applicato l’hennè e dovremmo aspettare in posa.
-Asciugamano scura in quanto l’hennè, specialmente al primo lavaggio poi già nei lavaggi successivi non accade, tende a scaricare del colore, quindi l’acqua sarà giallognola/arancione, di conseguenza se usate un asciugamano bianco a fine lavaggio vedrete queste macchie su, ma come detto prima alla fine le macchie vanno via, è solo per non vedere l’alone che si usa l’asciugamano più scura o io, ad esempio, uso proprio asciugamani arancioni.

 

Come procedere
Che qualcuno vi aiuti, o siete sole, o che applichiate con un pennello o a mano, il metodo è sempre lo stesso, partire dalla radice e arrivare alle punte.
Io generalmente faccio tutto a mano e da sola, tendo a fare la pappetta quanta più compatta possibile così non cola (al contrario se usate il pennello, generalmente si usa farlo meno denso, ma ovviamente non liquido, se no cola sul viso. Prendo una manciata di hennè e lo spiaccico in testa, poi massaggio la cute facendo penetrare per bene l’hennè, e man mano ne aggiungo altro fino a che non ho fatto tutta la testa.
Poi una volta fatti tutti i capelli alla radice, passo alle punte. Mi metto a testa in giù (con la testa nel lavandino), e dalla radice man mano applico l’hennè a scendere fino alle punte. Per applicarlo strofino l’hennè sui capelli, avendo cura di metterlo dappertutto.
Una volta fatti tutti i capelli, resto ancora a testa in giù e massaggio per bene tutta la cute e i capelli avendo cura di non aver lasciato alcun punto senza hennè, poi faccio uno chignon sulla testa, ma proprio al centro della testa in alto, questo perchè l’hennè pesa, ed avere il peso dritto sulla testa darà meno problemi al collo.
Questo chignon non ha bisogno di pinzette, almeno a me, in quanto i capelli sono lunghi e riescono a stare fermi grazie al tanto peso dell’hennè.
Pulisco per bene le zone dove è caduto l’hennè, del tipo collo, fronte o orecchie, ed inizio l’impellicolatura,  Ovviamente non deve esserci una parte di capelli esposta all’aria, in quanto l’hennè si secca e non tinge più.
Attendete il tempo necessario per il risultato che vorrete ottenere e risciacquate il vostro hennè.

 

Sherazade, un modo veloce per applicare l’hennè
La sherazade è una maschera riflessante, che però se tenuta molto tempo può fungere da vera tintura all’hennè, ovviament eè il modo veloce di applicare l’hennè, siccome alla pappetta viene inserito molto balsamo, che aiuta la stesura. Per altre info sulla sherazade clicca QUI. C’è anche il video del prima ee del dopo la sherazade.

 

Come risciacquare l’hennè
Molti dicono che l’hennè possa causare problemi ai tubi, quindi se sapete che a casa vostra potrebbero esserci problemi di tubi, o comunque se avete modo di velocizzare il risciacquo, o se anche non volete sprecare troppa acqua, prendete un secchi e riempitelo d’acqua alla temperatura che più gradite.
Una volta riempito vi ci immergete la testa dentro, ovviamente non con  la faccia anche 😛
E massaggiate i capelli, così toglierete il grosso dell’hennè, quell’acqua dell’hennè la buttate nel gabinetto, e potete procedere ad un secondo risciacquo col secchio, oppure potete direttamente lavare sotto la doccia o qualsiasi getto d’acqua.

 

Shampoo o non shampoo? Questo è il dilemma!
Io sconsiglio lo shampoo, specialmente se è la prima volta che lo fate, siccome lo shampoo fa scaricare di più il colore, inoltre l’hennè lava i capelli quindi perchè lavare di nuovo con lo shampoo? Consiglio lo shampoo solo nel caso in cui non vi piaccia l’odore dell’hennè e quindi volete in qualche modo toglierlo, ma a parer mio è inutile usare lo shampoo. Ovviamente consiglio un po’ di balsamo, siccome i capelli avranno fatto qualche nodo dopo aver usato l’hennè, ma se non avete nodi sconsiglierei anche il balsamo, in quanto anche il balsamo fa scaricare l’hennè, se non in quel momento, ma scaricherà più in là.

 

Come togliere le macchie di hennè dalla pelle?
Lo so, nonostante tutte le precauzioni vi saranno rimaste macchie sulla fronte, o sulle orecchie, o sulle mani. Niente paura, sappiate che sciacquando più volte con acqua e sapone, le macchie vanno via, ma comunque se volete toglierle subito perchè state per uscire, vi consiglio limone e latte, o da soli o insieme, con un batuffolo di ovatta strofinate un po’. Dicono funzioni, in quanto devo essere sincera non l’ho mai provato. Quando faccio l’hennè sono solita non uscire per qualche giorno 😛

 

Cuoio capelluto arancione, come fare?
In quel caso è complicato, accade che il cuoio capelluto diventi arancione non perchè sia lo stesso cuoio capelluto a colorarsi, ma è la forfora, a me accade spesso perchè la mia cute tende a fare molta forfora, e si colora tutta la testa di arancione, specialmente chi ha i capelli radi per natura o per problemi potrebbe notare questa cosa e avere fastidio, l’unica soluzione è fare uno shampoo, ma ovviamente non subito dopo, bisogna stare per uno o 2 giorni con la cute arancione

 

Spero di esservi stata d’aiuto,  vi lascio il video di come io applico l’hennè.

 

Se l’articolo ti è piaciuto metti mi piace o condividi
[socialring]

Per rimanere sempre aggiornati seguimi su facebook (clicca su “Mi piace”)