FAQ: Domande frequenti sull’hennè

Ecco un elenco delle domande frequenti sull’hennè

L’elenco è in costante aggiormento, prima di porre una domanda prego tutti di leggere queste domande, per non ripetere sempre le stesse cose. Tenendo chiaro in mente che questo è un elenco delle domande più frequenti sull’hennè e non di consulenze personali, ma farò di tutto per soddisfare le vostre richieste.
  • L’hennè puzza?

Ebbene si, l’hennè ha uno strano odore di erba; io ho imparato ad apprezzarlo, anzi mi piace molto, mentre il mio fidanzato ancora ad oggi non lo sopporta granchè. Suggerisco quindi di mettere, all’interno della pappetta, anche degli oli essenziali che più preferite per coprire l’odore se non lo gradite.

Domande frequenti sull'hennè
  • Pelle sporca dall’hennè come pulire?
Lo so, nonostante tutte le precauzioni vi siete ritrovate con le mani o la fronte sporche di arancione, e quindi bisogna porre rimedio. In primis vi dico che dalle mani basta un giorno e tranquillamente va via, basta lavare più spesso le mani, con acqua e sapone, o anche usando del balsamo, op addirittura candeggina, ma state ben attente. C’è chi suggerisce latte e limone. Similmente per la fronte, ma di certo non vi sognate di usare la candeggina, piano piano con un batuffolo di ovatta con un poì’ di latte e limone strofinate e vedete un po’. Io consiglio sempre di fare l’hennè quando non dovete uscire il giorno dopo o non siete in procinto di una qualche uscita importante.
  • Cuoio capelluto arancione, come fare?

Niente panico, purtroppo non è facile togliere quell’alone arancione dell’hennè in quanto è proprio la cute della testa ad essersi colorata e finchè non va via quello strato di cute, e quindi la forfora non riuscirà ad andar via quell’alone arancione. Quindi l’unica cosa per farlo andare via è rifare un altro shampoo, sottoponendo quindi i capelli ad ulteriore stress… Il consiglio? E’ quello di prevenire, e dunque cercare di applicare l’hennè con un pennellino e non con le dita che massaggiando massaggiando fanno in modo che l’hennè penetri ben bene nei capelli ovviamente sporcando il cuoio capelluto. Se proprio avete fatto anche il secondo shampoo e non va via, l’unico suggerimento è di fare una pettinatura che non permetta di vedere il cuio capelluto, ad esempio portandoli tutti indietro con una fascia, un cerchietto/frontino o anche una coda di cavallo.

 

  • Unghie arancioni con l’hennè, come si risolve?

Mi dispiace dirlo, ma soluzione purtroppo non c’è. Le unghie sono fatte di cheratina proprio come i capelli, e quando le unghie si colorano possono solo scolorirsi un po’ col tempo, ma quell’alone arancione/giallastro rimarrà fino a che non ricresce tutta l’unghia. Quindi se accade l’unica soluzione è usare dello smalto per coprire le unghie. RICORDATE I GUANTI!!!!

  • Solitamente qual è la scadenza dell’hennè?
Non c’è una scadenza specifica generalmente, ma posso dirti di non far trascorrere più di uno o 2 anni,non perchè il prodotto scada ed è inutilizzabile, ma semplicemente perchè col passare del tempo perde la sua forza colorante, più è fresco e più colora solitamente.
Per ciò che riguarda l’hennè neutro dovrebbe non esserci un problema con la scadenza, ma comunque sempre meglio un hennè fresco anzichè vecchio.
  • Come conservare bene un hennè?

Io suggerisco di chiuderlo in barattoli di vetro (tipo quelli dei fagioli o delle marmellate) in modo tale che restano abbastanza freschi, o se avete delle scatole di latta potete chiuderli lì dentro, ognuno nel proprio pacchetto ovviamente. Non so se avete presente quelle scatole di latta dei biscotti danesi, ecco potete mettelo lì

  • Posso congelare l’hennè?

Capita più spesso di ciò che si pensa di fare l’hennè, applicarlo, e alla fine trovare una bella quantità in più e non sapere cosa fare, in questo caso l’hennè può essere congelato, ma attenzione non deve contenere l’uovo al suo interno, in quanto l’uovo potrebbe andare a male. Ricordate che per far colorare di più l’hennè, molte persone sono solite congelarlo non appena si fa la pappetta, lo si lascia congelare, e quando serve si scongela, in questo modo lì’hennè dovrebbe rilasciare più colore, ma ciò serve per avere un rosso più forte sul tono freddo, se clicchi QUI trovi la spiegazione.


  • Posso mettere l’olio nell’henné?

Su questa tematica ci sono pareri alquanto discordanti, c’è chi dice si e chi dice no, ma cerchiamo di capire il motivo. A quanto pare se usato troppo olio in un impacco all’hennè, l’olio farà in modo che i capelli si ungano, e l’hennè non aderisca al capello, e quindi non colorerebbe, c’è invece chi dice che un cucchiaio di hennè in tutto l’impacco serve in quanto aiuta ad idratare i capelli. Io solitamente non metto l’olio nell’impacco e sono sempre andata bene.

 

  • Capelli asciutti o bagnati per applicare l’hennè?

Questa è una vostra preferenza, io ad esempio preferisco da capelli asciutti, in quanto, bagnandoli, l’hennè successivamente colerebbe una volta applicato. Quindi capelli asciutti che andrete di sicuro meglio. Per velocizzare l’applicazione dell’hennè vi suggerisco una sherazade, clicca QUI per sapere cos’è e come va fatta.

 

  • Capelli puliti o sporchi prima di fare l’hennè?

Prima si è detto che se si aggiunge l’olio all’impacco di hennè è probabile che questo non colori, similmente nel caso dei capelli sporchi; se i capelli sono sporchi significa che sono unti, se sono troppo unti è il caso di nn fare l’hennè si rischia di non fare attecchire il colore sulle radici, ed è un peccato. Non dico che i capelli debbano essere lucenti e perfetti, ma almeno non devono essere unti da far paura prima di fare l’hennè.

 

  • Si può tenere l’hennè in posa una notte intera?E come?

Ebbene si, c’è chi ha il coraggio di dormire una notte intera con in testa l’hennè. Dunque applicate normalmente l’hennè come fate solitamente, avendo cura di mettere tutti i capelli sulla parte alta della testa, così nella notte non da fastidio (per ulteriori informazioni sull’applicazione dell’hennè clicca QUI). Mettete la pellicola attorno alla testa e impacchettatevi per bene. Per maggiore sicurezza vi dico di mettere un’asciugamano a modo di tubante, e sul vostro cuscino mettere un’asciugamano  sacrificabile, similmente anche sul letto nella parte del cuscino emttere un’asciugamano. Ed ora mettetevi a letto, non dovrebbe succedere niente di che, ma la cosa è fattibile.Ovviamente io sono contro all’idea di tenere l’hennè in testa per una notte, specialmente se è la prima volta che lo si usa. In primis perchè generalmente si dorme circa 8 ore, ed avere l’hennè per 8 ore in testa penso sdia davvero troppo, ho sentito di ragazze che dopo aver tenuto l’hennè per una notte in testa hanno fatto la pipì verde, e questo dovrebbe farvi rendere conto di come l’hennè sia penetrato. Considerate inoltre che se è la prima volta che lo fate non sapete quali reazioni avrà il vostro corpo, e quindi non è il caso di rischiare.

 

 

Se l’articolo ti è piaciuto metti mi piace o condividi
[socialring]

 

Spero di essere stata utile, Un bacione da Calliope Per rimanere sempre aggiornati clicca su ‘Mi Piace’