Hennè Biondo: cos’è a cosa serve?

Per tutte le info riguardo l’hennè in generale clicca QUI

In questo caso parleremo di hennè biondo, cos’è, a cosa serve e come si usa.

hennè-biondo

Cos’è l’hennè biondo?

Come avrete ben capito ci sono diversi tipi di hennè, l’hennè rosso il cui nome tecnico è lawsonia inermis, poi abbiamo l’hennè nero cioè l’indigofera tinctorial’hennè neutro  che non tinge e si intende la cassia italica o obovata, ed infine l’hennè biondo che è una miscela di varie erbe che donano dei riflessi dorati.

Ovviamente ribadisco che l’hennè non schiarisce i capelli, ma dona solamente dei riflessi, per parlare di schiaritura vi consiglio questo post cliccando QUI

 

A cosa serve l’hennè biondo?

L’hennè biondo, come si è già detto, serve per dare un riflesso più dorato ai capelli, senza dubbio aiuta a  lucidare e rinforzare i capelli ma l’hennè rosso, che sarebbe l’hennè per eccellenza, è quello che dà risultati migliori rispetto a tutti gli altri hennè per ciò che riguarda la cura dei capelli e i riflessi lucidi.

Generalmente l’hennè biondo contiene dell’hennè neutro che è utile per illuminare i capelli senza renderli grassi, anzi ha azione seboregolatrice. Inoltre dà volume ma li disciplina contemporaneamente, come d’altronde fa già l’hennè rosso, l’hennè biondo si attacca al capello diciamo appesantendolo, quindi eliminando l’effetto crespo ma dando comunque più spessore al capello, geniale no?

 

Da quali erbe è composto?9770301-fogli-di-camomilla-su-cui-a-posto-un-colino-di-vetro-isolato-su-sfondo-bianco

Purtroppo con l’hennè biondo non possiamo mai parlare di una composizione prefefinita, ogni azienda o marchio fa l’hennè biondo a modo suo, quindi l’unica cosa che vi suggerisco di fare è di stare attente agli hennè che possono contenere lawsonia come primo “ingrediente” questo perchè rischierete di trovarvi arancioni anzichè bionde, ma in alcuni casi se lasciato davvero poco in posa avrete dei risultati splendidi anche se è presente l’hennè rosso. Come già detto prima in quasi tutti i comosti di hennè biondo c’è l’hennè neutro, e la camomilla, e sapete bene delle sue naturali proprietà

 

Come si usa?

L’hennè neutro viene usato come l’hennè rosso, ma a differenza dell’hennè rosso, specialmente se siamo in presenza di hennè biondi con all’interno la lawsonia, comunque consiglio sempre di non lasciare l’hennè biondo ad ossidare e nè dilungare a più di un’ora i tempi di posa, e dico ciò sia se l’hennè biondo contiene lawsonia, che nel caso contrario.

 

Ricetta impacco hennè biondo

  1. Hennè biondo
  2. Acqua calda non bollente, o infuso di camomilla
  3. mezzo limone o un limone intero
  4. Yogurt o miele

Prendete la quantità di hennè necessaria per i vostri capelli (per sapere quanto hennè serve andare nelle FAQ dell’hennè cliccando QUI), metteteli in una ciotola abbastanza capiente. Riscaldate dell’acqua fino ad una temperatura di 50-60 gradi, insomma che sia calda, ma non bollente, oppure vi consiglio di fare un bell’infuso di camomilla se volete aumentare l’ effetto dorato ai capelli.

Miscelate l’acqua o l’infuso all’hennè, senza fare i grumi e quindi versandone poco alla volta. Non posso dirvi quanta acqua mettere in quanto tutto dipende dal tipo di hennè, da quanto ne utilizzate, e dall’umidità presente in casa, inoltre è a vostra discrezione la consistenza che vorrete dell’hennè. Ricordate che non deve essere nè troppo denso e nè troppo liquido, la consistenza di uno yogurt compatto ma non uno yogurt greco, insomma dovete regolarvi un po’ 😛

Per lucidare i capelli vi consiglio di aggiungere all’impacco il succo di mezzo limone o di un limone intero.

L’hennè già di suo tende a seccare i capelli, e maggiormente se aggiungere il limone, per far in modo che i capelli restino morbidi vi consiglio di usare dello yogurt o del miele. Lo yogurt è molto idratante, ma in alcuni casi può creare problemi con la forfora, invece uno o 2 bei cucchiai di miele di certo idrateranno, ma comunque costa di più dello yogurt, quindi vi consiglio di usarli entrambi.

Non usate olio in questo caso, in quanto l’olio tende un po’ a scurire i capelli. Invece consiglio l’uso dell’uovo e di tanto miele considerando che entrambi hanno un’azione schiarente sui capelli. Anche lo zenzero e la cannella aiutano molto a riflessare i capelli.

Se negli ingredienti del vostro hennè biondo è presente lawsonia, attenti sempre con gli oggetti metallici, la preparazione dovrà avvenire esclusivamente in ciotole di plastica o vetro, e con utensili non di metallo.

 

Dove si compra?

Come ogni hennè, lo trovate nelle erboristerie o su internet. Io consiglio l’acquisto su aromazone dovuto al prezzo basso e alla buona qualità.

Clicca QUI per la recensione dell’hennè biondo aromazone.

 

Prezzo

Il prezzo dell’hennè neutro si aggira dai 3 ai 6 euro all’etto, se trovate prezzi maggiori desistete, in quanto potrete trovarlo facilmente in altre erboristerie a prezzi inferiori.

 

Schiarire i capelli

E’ abbastanza complessa la questione su ciò che riguarda lo schiarire i capelli, purtroppo  non si ha ben chiaro cosas significa. I capelli quando schiariscono significa che perdono cheratina e quindi ci vuole una reazione chimica che permetta al capello di perde il proprio colore e quindi cschiarire, e dunque non esiste metodo delicato per fare questo. L’hennè biondo purtroppo non è in grado di attivare quest’azione chimica, ma aiuta i capelli già chiari ad avere semplicemente dei riflessi, non a schiarire i capelli.

Ovviamente ci sono metodi naturali che schiariscono i capelli aggredendoli quanto meno possibile, e li trovi elencati cliccando QUI

 

Credo di aver detto tutto, se avete dubbi vi consiglio di guardare per bene il post riguardo le domande frequenti sull’hennè che trovate QUI.

Spero di essere stata utile,

Un bacione da Calliope.

 

Se l’articolo ti è piaciuto metti mi piace o condividi

 

Spero di essere stata utile, Un bacione da Calliope Per rimanere sempre aggiornati clicca su ‘Mi Piace’

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...