Hennè castano: tutti i dubbi

Salve a tutti, in quest’articolo parlerò di hennè castano, cos’è, come funziona ed ovviamente come si usa

Esistono vari tipi di hennè, ma il vero e proprio hennè è quello rosso lawsonia inermis, ma sotto il nome di hennè si trovano altre erbe tintorie, come l’hennè nero indigofera tinctoria (che tinge di nero), o l’hennè neutro cassia italica (che non tinge ma è un ottimo impacco per i capelli); inoltre esistono delle miscele di erbe, ugualmente chiamate sotto il nome di hennè, che sono l’hennè biondo e l’hennè castano; in quest’articolo parleremo di quest’ultimo.

 

Come già detto si tratta di una miscela, e in quanto tale generalmente contiene 3 componenti che sono simili un po’ per tutte le hennè castanomiscele che trovate già pronte, che sono: mallo di noce juglans regia, hennè nero indigofera tinctoria, e hennè rosso lawsonia inermisPer conoscere tutte le info sull’hennè clicca QUI.

 

Generalmente questi mix dovrebbero donare un bel colore castano chiaro o scuro che sia, ma, data la mia esperienza non tanto soddisfacente con queste miscele, preferisco non usarli, e quindi non consigliarle.

 

Le sconsiglio in quanto le differenti erbe al suo interno necessitano di ph differenti, si pensi che l’hennè nero lavora in ambiente basico, mentre l’hennè rosso predilige ambiente acido. Inoltre hanno tempi di ossidazione differenti, l’hennè nero non ossida, mentre il rosso per colorare necessita di tempo.

 

Quindi come potrete immaginare sono dei mix non proprio perfetti e che spesso e volentieri non portano ad alcun mutamento di colore.

Ciò che suggerisco io è una via un po’ più tortuosa ma che vi darà ugualmente dei risultati soddisfacenti.

 

Obbiettivo: coprire capelli bianchi

Volete coprire i capelli bianchi, avete usato l’hennè castano ed ovviamente non ve li ha coperti, bisogna quindi adottare un’altra strada. Dovete prima applicare l’hennè rosso (tutte le info QUI), e successivamente applicare l’hennè nero, per saperne di più sull’hennè nero clicca QUI. Se volete aggiungere altre erbe tintorie scurenti come il mallo di noce, o l’amla potete aggiungerle all’impacco con l’indigo (hennè nero).

L’hennè rosso serve a coprire i capelli bianchi che col solo indigo non riescono a coprirsi, e l’indigo invece aiuta a togliere i riflessi rossi dell’hennè rosso.

 

Obbiettivo: scurire i capelli

Non hai i capelli bianchi ma vorresti dei capelli più scuri, ovviamente l’indigo da solo farà il suo dovere, QUI tutte le info. Inoltre esistono altre erbe tintorie in grado di scurire, come l’amla e il mallo di noce, ma non dimenticatevi di due alleati di casa, il cacao e il caffè, se fate un bell’impacco con questi due ingredienti vedrete i capelli subito scurirsi. Anche l’olio d’oliva tende a scurire i capelli
Se l’articolo ti è piaciuto metti mi piace o condividi

 

Spero di essere stata utile, Un bacione da Calliope Per rimanere sempre aggiornati clicca su ‘Mi Piace’

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...