Cos’è una dieta chetogenica

dieta chetogenica cosa mangiare

La dieta chetogenica è un regime alimentare che si basa sul’assunzione molto limitata di carboidrati (max 30-50g al dì), in questo modo l’organismo si trova in assenza di glucosio proveniente dal cibo, e quindi produce autonomamente il glucosio necessario alla sopravvivenza.

Ciò a cui induce la dieta chetogenica è uno stato di chetosi, si tratta di una condizione metabolica per cui l’organismo produce più corpi chetonici (acetone, acido acetoacetico e acido β-idrossibutirrico), i quali diventano il carburante essenziale al posto del glucosio (zucchero).

cos'è la dieta chetogenica

Le origini della dieta chetogenica sono di circa 100 anni fa, nacque come regime alimentare terapeutico per l’epilessia infantile. La dieta chetogenica aveva anche degli ottimi risultati, ma negli anni ’40, a causa dell’entrata in commercio di nuovi farmaci epilettici, la dieta chetogenica cadde in disuso. Principalmente perché era difficile far seguire a dei bambini una dieta così rigida, e si trovava più semplice dare ai bambini una semplice pillola.

In seguito, negli anni ’70, furono fatti ulteriori studi in merito alla dieta chetogenica, e il regime fu utilizzato come protocollo atto alla cura dell’obesità.

Ad oggi sono molte le persone che sfruttano la dieta chetogenica a scopo terapeutico, contro l’epilessia e per le emicranie. Ma perlopiù quando si parla di regime chetogenico viene sempre associato ad un regime atto alla perdita di peso.

Come funziona la dieta chetogenica

Lo scopo della dieta chetogenica è quello di indurre l’organismo in uno stato di chetosi, tramite un regime alimentare ricco di grassi e proteine e con una bassa percentuale di carboidrati.

Non mettendo a disposizione gli zuccheri al nostro corpo, questo si trova costretto a ricavare l’energia dagli acidi grassi, ma non tutti gli organi riescono a sfruttare questo tipo di energia, come il cervello per esempio, e dunque il corpo deve provvedere a produrre il glucosio in altra maniera.

Dopo qualche giorno dal passaggio da una dieta normoglucidica ad una dieta chetogenica, il corpo comincerà a utilizzare corpi chetonici e acidi grassi, ad eccezione del cervello che continuerà a bruciare glucosio e chetoni, mentre dopo qualche settimana l’organismo privilegerà il consumo degli acidi grassi.

Come si struttura la dieta chetogenica

Questo tipo di regime alimentare, essendo molto restrittivo, ed eliminando quasi uno dei nutrienti nel proprio fabbisogno giornaliero, andrebbe fatta sotto stretto controllo medico e dopo essersi accertati di avere tutti i valori delle proprie analisi del sangue nella norma.

E’ inoltre essenziale bere almeno 1,5 – 2 litri d’acqua al giorno per non affaticare i reni visto che c’è una percentuale maggiore di proteine assunte.

La dieta prevede l’eliminazione di farinacei e amidacei, come pasta, pane, patate, riso, mais, ecc. ecc. e anche la non assunzione di frutta in quanto è molto zuccherina.

Le verdure in generale sono consentite ma solo quelle non zuccherine, quindi NO ai pomodori, alle carote, alla zucca e anche alle cipolle. Poi ovviamente ogni persona ha un regime dietetico differente e quindi ci saranno più o meno verdure concesse o non concesse

Mentre perlopiù,per quanto riguarda le proteine, la carne e il pesce può essere mangiato in quantità che variano da persona a persona, a seconda del fabbisogno giornaliero di ognuno. In genere si tende a considerare circa da 1,5g -2g di proteine per ogni chilo di massa magra.

I latticini non sono sempre consentiti, ma in generale, se si vuole dimagrire, si consiglia di assumerli allo 0% di grassi , come latte scremati, o yogurt senza grassi e senza zuccheri.

I grassi in generale vengono ridotti, in quanto si cerca di tenere un introito calorico quanto più basso per permettere una perdita di peso più veloce.

In questo post trovate alcune delle diete chetogeniche da me seguite.

L’alimentazione chetogenica non fa male

Ogni volta che si parla di dieta chetogenica, c’è ovviamente sempre qualcuno che storce il naso, dicendo che la dieta non è sana, e che non andrebbe mai fatta. Ma ci sono molti studi a supporto, e non solo questo regime alimentare può favorire la perdita di peso, ma porta benefici nel trattamento del diabete di tipo II, nell’epilessia e nel morbo di Alzheimer.

Vi suggerisco di andare a questo link dove ci sono più informazioni in merito agli studi effettuati, o comunque tramite una facile ricerca è possibile scoprire tutti i lati positiva di un regime chetogenico.

Io ritengo che la dieta chetogenica sia un’ottima soluzione per chi, come me, soffre di insulino-resistenza, non a caso molti dottori me l’hanno prescritta.

Se vuoi seguire il mio percorso alimentare chetogenico tramite prodotti Mincidelice segui questo link.

Mi farebbe più che piacere se mi seguissi su Instagram www.instagram.com/blogdicalliope.it/

Se l’articolo ti è piaciuto clicca su mi piace o condividi, sarei davvero contenta se il mio lavoro venisse apprezzato.

Sarei davvero contenta se supportassi la mia pagina facebook.

Grazie da Calliope