Bellezza dei capelli, tutti i suggerimenti

I capelli rappresentano da sempre l’emblema della femminilità e, di conseguenza, il loro aspetto preoccupa molte donne ma anche tanti uomini. Proprio come la pelle, la qualità dei capelli spesso rivela le proprie condizioni di salute e lo stato psicologico del momento, in quanto nei capelli si tende ad accumulare i vari periodi di stress e le possibili carenze nutrizionali. La bellezza e la salute dei capelli dipendono sostanzialmente dagli ormoni, dall’età, dall’alimentazione, ed infine dai cosmetici che si utilizzano per prendersene cura.

Detersione e idratazione dei capelli

Per prendersi cura dei propri capelli è necessario utilizzare dei cosmetici di ottima qualità, in grado di detergerli, rispettando in pieno la fisiologia della cute. Ai capelli bisogna riservare le medesime cure che si riservano per la pelle, anche durante il periodo estivo, usando la protezione quando si sta sotto al sole. Dopodiché, una delle operazioni più importanti è senza dubbio quella del lavaggio; una chioma pulita, morbida e lucente, già di suo è un grande biglietto da visita per la persona.

Ma prestate attenzione a non fare l’errore di lavare i capelli tutti i giorni, poiché si potrebbe incappare nel problema contrario: lavaggi troppo frequenti, rischiano infatti di rovinare la struttura, anche perché si diminuiscono gli oli naturali essenziali che li idratano e li proteggono. Dunque, è meglio lavarli una volta alla settimana, usando prodotti a pH neutro e di ottima qualità.

Dopo aver trovato lo shampoo più adatto alle proprie esigenze, il segreto è quello di diluirlo in un po’ di acqua tiepida, senza metterlo direttamente sulla cute. Massaggiare in modo omogeneo, poi per eliminare ogni traccia di prodotto, sciacquare senza usare mai acqua troppo calda, anzi, si consiglia (per chi resiste) di effettuare un ultimo passaggio con dell’acqua fredda, volendo provate ad unire pure il succo di limone, per regalare una lucentezza massima.

Il passaggio seguente comprende il balsamo, le creme e le relative maschere, fondamentali per eliminare l’effetto crespo, districare i nodi e nutrire la lunghezza. Non va trascurato poi, un altro prodotto veramente utile, da applicare solo in caso di capello abbastanza lungo e, va messo principalmente sulle punte: ossia l’olio nutriente di lino o di cocco. La funzione principale è quella di proteggere i capelli dal calore del phon e della piastra. Altro passo importante è proprio l’asciugatura, una volta finito con il lavaggio e la nutrizione, va coperta la testa con un asciugamano morbido, tamponando lentamente per togliere l’acqua in eccesso.

Conclusa questa operazione, si può procedere con il phon che non deve raggiungere mai temperature eccessivamente alte, ancora meglio se è dotato di un diffusore, specialmente per i capelli ricci che diversamente da quelli lisci, tendono ad incresparsi. Attraverso il diffusore invece, il calore si estende lievemente, in modo circolare su una zona più ampia.

Altra buona norma sta nello spazzolare i capelli a testa in giù, senza forzare, ma con dei movimenti precisi e delicati. Così facendo si andranno a rimuovere le cellule morte, stimolando la circolazione sanguigna, e agevolando notevolmente la crescita di nuovi capelli forti e soprattutto sani.

Come tingere i capelli senza danneggiarli

Almeno una volta nella vita, quasi tutti hanno pensato di cambiare il colore dei capelli. Che sia per nascondere i primi capelli bianchi, o solo per avere un nuovo look, è molto difficile che una donna (ma ultimamente che gli uomini), non provi a tingere la sua chioma prima o poi. Attualmente, in commercio è possibile trovare tante creme coloranti, che possono essere permanenti oppure no, e che permettono di modificare il colore pure a casa propria.

Non bisogna fare l’errore però di comprare il prodotto più economico, ma è sempre meglio prediligere la qualità. La prima volta si consiglia di fare una prova, impiegando una quantità piccola di crema colorante in un punto nascosto della propria pelle, e vedere la reazione.

Il biondo si sa, è da sempre il colore più ambito dal genere femminile, ma bisogna stare attente alle decolorazioni piuttosto aggressive, che alle fine rovinano irrimediabilmente il capello scuro.

Il taglio di capelli

Per finire, una capigliatura sana ha bisogno di un taglio ogni tot tempo, capace di realizzare un’acconciatura ordinata e di moda, ma ciò è importante anche per evitare la nascita di fastidiose doppie punte, rinforzando a sua volta tutta la capigliatura.

Per capire quando è arrivato il momento di “darci un taglio” basta seguire alcuni piccoli accorgimenti, primo fra tutti vanno osservate le punte stesse, se si sono svuotate o assottigliate bisogna rimuoverle; un altro segnale che indica che i capelli vanno necessariamente accorciati, è quando iniziano ad apparire schiacciati anche subito dopo lavati.

Infine, quando i capelli scendono sulle spalle in maniera pesante senza acquisire un minimo di volume neanche con la spazzola ed il phon, significa che il taglio vuole essere rinnovato.

Per concludere

Prendersi cura dei propri capelli come abbiamo visto, è una sorta di rituale di bellezza che comprende lo svolgimento di piccoli gesti quotidiani. In questo modo si avrà una chioma da sogno che vi farà sentire perfetti in ogni momento della giornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *