festa in giardino
Eventi

Come organizzare una festa in giardino

In vista della bella stagione e delle giornate e serate più lunghe, l’idea di una festa in giardino torna alla carica nella mente di molti. E una festa in giardino è bella perché non deve essere per forza piena di gente, può essere anche un momento speciale per una sola famiglia! Quel che conta è godersi quello spazio verde che riempie di serenità la casa. E farlo come si deve.

Perché esiste un’arte raffinata anche per organizzare un party in giardino. Non bisogna lasciar tutto al caso se si può ottenere un effetto spettacolare e coinvolgente. Se volete liberare la vostra fantasia, fate pure come più vi ispira il cuore ma se volete dei consigli pratici e suggestivi allo stesso tempo, ecco alcune idee per voi.

L’importanza della disposizione del tavolo

Il tavolo della festa deve essere formato, in realtà, da più tavoli. Infatti, durante una festa in giardino la gente ama muoversi, passeggiare, spostarsi, quindi l’idea del buffet che contenga tutto è la migliore. Il tavolo multiplo dovrebbe essere sistemato all’aperto ma possibilmente vicino a una delle entrate della casa, in modo da poter portare il cibo (o ritirare gli avanzi) in modo pratico e veloce.

Dato che il tavolo contiene i piatti della festa, è bene che si trovi in una zona riparata: in veranda, se ne avete una, sotto un porticato, sotto un gazebo. Oppure semplicemente sotto un ombrellone da giardino che lo copra tutto, o in larga parte. Se preferite che i vostri ospiti stiano seduti, sistemate tavolini e sedie tutto intorno al tavolo principale, ma mai troppo vicini. Consentite alle persone di poter passeggiare nel vostro bel giardino, per andare a servirsi.

Come apparecchiare

La copertura per un tavolo della festa in giardino deve essere leggera e impermeabile. L’idea migliore è quella della cerata antimacchia, o della tovaglia di carta, da bloccare naturalmente con delle pinze ai lati del tavolo. Essenziali le posate per gli invitati (plastica, carta riciclata) mentre per i piatti da portata potete concedervi di usare un servizio vero.

Ricordate di “fermare” i tovaglioli e le posate di carta per evitare che volino via col vento. Potete usare gli appositi portatovaglioli o porta posate, oppure pensare a qualcosa di artistico: dei fermacarte in pietra o in metallo per i tovaglioli, dei centrotavola particolari o dei segnaposti da posizionare sui piatti.

Infine, dividete il tavolo in settori e sistemate in ogni settore i piatti della festa: da una parte gli antipasti, dall’altra i dolci, al centro le portate principali e le bevande. In questo modo ci si potrà servire in piedi senza far ressa e senza confondersi.

Come illuminare il vostro party in giardino

Per l’illuminazione della festa in giardino potete sbizzarrirvi. Se non avete abbastanza fari nel prato, potete aiutarvi con file di lampadine colorate da appendere sul tavolo, oppure tra il tetto e gli alberi, o tutto intorno agli alberi stessi. Potete usare le ghirlande luminose, per dare un tocco magico all’ambiente.

In alternativa, create voi stessi delle originali lanterne artigianali. Usando dei semplici sacchetti di carta bianca, o delle lanterne cinesi, potete inserire al loro interno dei bicchieri con dentro mini candeline (tipo tealights). In tal modo, senza rischiare incendi, avrete un’atmosfera unica. Un effetto simile si ottiene con lanterne ricavate da vecchie coppe di vetro o da bottiglie dentro cui inserirete le candele tradizionali.

Per chi ama la semplicità, vanno bene anche le tradizionali torce da appendere a supporti di metallo, oppure i lumi a olio che segnano il percorso lungo il prato, raggruppandosi magari in alcuni punti specifici del giardino che vorrete valorizzare in modo speciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *